Incontri Hot

miglior vibratore

Il vibratore: il padre di tutti i sex toys

12/06/2015 admin 0 Comments

Quando nei giochi erotici di una coppia o in generale nell’intimità sessuale di una miglior vibratoresingola persona si fa spazio l’utilizzo di sex toys come il vibratore qualcosa irrimediabilmente cambia. Nuovi modi di provare piacere, non migliori ma diversi da quelli tradizionali. E a proposito di tradizione il vibratore è nettamente uno dei giochi erotici più longevi. Proprio per questo è stato anche quello su cui l’innovazione tecnologica ha influito di più. Da semplice oggetto fallico dotato di meccanismo vibrante, si è evoluto in vero e proprio strumento di piacere. La proliferazione di tipologie, modelli e marchi ha portato oltre ad una grande apertura del mercato anche a una domanda sempre più intensa di personalizzazioni e funzioni. Scegliere un vibratore da acquistare non è banale: bisogna porsi una serie di quesiti senza i quali si rischia di effettuare un acquisto avventato. Eccone una serie a cui si può rispondere navigando online.

Che utilizzo si farà del vibratore: in coppia o da soli?

Si tratterà di un vibratore per la coppia o invece da destinare ai momenti di piacere autoerotico? Ci sono infatti alcuni modelli che si prestano all’utilizzo insieme al partner mentre altri sono stati appositamente progettati per l’uso in solitaria. A tal proposito è arrivata l’innovazione tecnologica più interessante che ha aperto la strada ad alcuni modelli noti come:
1. vibratori wireless: si tratta di un vibratore i cui i movimenti vibranti e i programmi di vibrazione sono attivabili tramite un’app per il cellulare. Un esempio è costituito dal we vibe plus.
2. vibratori telecomandati: a differenza dei precedenti c’è in dotazione un piccolo telecomando che gestisce i movimenti.
Sempre seguendo questa logica si potrà ad esempio scegliere un vibratore doppio per giochi a due davvero stimolanti.

Un vibratore per ogni tipo di orgasmo: vaginale, clitorideo o anale?

Altro fattore da tenere presente quando si deve acquistare un sex toys come il vibratore è anche il proprio modo di provare piacere. Soprattutto per le donne è importante capire a che tipo di orgasmo si vuole arrivare. In relazione a questo aspetto esistono infatti i vibratori:
clitoridei: sono destinati all’utilizzo per il piacere del clitoride, che per molte donne è anche più ricercato rispetto a quello vaginale. Da raggiungere con vibratore rabbitmassaggi nella zona interessata tramite l’utilizzo di quelli che possono essere denominati anche stimolatori o massaggiatori clitoridei
vaginali: sono i più classici e da usare per una vibrazione intensa legata alla penetrazione e alla ricerca del famoso punto g. In questa famiglia rientrano i G-spot i migliori per chi vuole intensamente provare l’orgasmo top.
rabbit: è la nuova frontiera, perché combina entrambi gli utilizzi sopra descritti grazie alla doppia punta: quella a forma di coniglio utile per la stimolazione clitoridea e quella più classica per la penetrazione vaginale.
anali: in realtà per questo tipo di piacere forse sono consigliabili degli appositi plug vibranti che a differenza di un normale vibro, ha delle alette bloccanti nella parte posteriore per evitare penetrazioni troppo invasive e incidente di percorso.

Le misure del vibratore: sono importanti ma non sono l’unica cosa che conta.

vibratore da dito durexCe ne sono davvero per ogni misura, e anche in questo caso è da valutarne l’utilizzo da fare. Si va dalla gamma XXL con lunghezze di oltre 30 centimetri, è tipico di alcuni falli realistici con meccanismo di vibrazione, fino al minivibratore da portare in viaggio. A proposito: esiste un mondo anche in questo caso dedicato specialmente alle donne: dal vibratore da borsetta, di 7 cm, utile per stimolazioni clitoridee, fino a quello a forma di rossetto, da camuffare tra i trucchi o ancora il finger vibe (il vibratore da dito).  Ancora in tema di dimensioni, come nei rapporti sessuali, non è da valutare soltanto la lunghezza ma anche il diametro, anche in questo caso si va dai 3 fino ai 6-7 centimetri soprattutto per quelli anali.

I migliori marchi di vibratori

Anche in questo settore esistono dei brand più celebri di altri. Molte attori o figure di riferimento dell’industria porno hanno lanciato i propri (da Dorcel a Rocco Siffredi), ultimamente sempre dal cinema è arrivato un altro marchio che produce dildo e articoli bondage: 50 sfumature di grigio.
Dal punto di vista dell’innovazione tecnologica e del design Lelo è sicuramente quello che al momento trascina il settore. Si tratta di un’azienda scandinava che ha per altro inventato il vibratore coniglio di cui si parlava prima e che ha prodotto in esclusiva per Durex, anche il vibratore durex play massage.

Prezzi medi di un vibratore. Dove acquistarli?

Possiamo dare un intervallo molto ampio del prezzo di un vibratore si vai 10 euro circa di quelli mini da dito fino ai 150 euro di uno dei modelli più venduti come il Lelo Soraya. Ma anche per questo genere di prodotti ci sono delle versioni supelusso che arrivano a costare anche 1000 euro per il pregio dei materiali con cui sono costruiti. Dove comprarli? Il negozio erotico tradizionale forse ha fatto il suo tempo: per leggere prezzi recensioni, modelli, marchi, il web è uno strumento potente e discreto. Il nostro consiglio per risparmiare è quello di fare un giro di shopping in uno dei tanti sexy shop online.

Next Post